Fumone

Da qui ha inizio il mio viaggio…

Le strade scoscese, avvolte attorno alla sommità del colle a forma di cono, sembrano sospese nel tempo, come se secoli di storia le avessero soltanto lambite.
Posto tra la Valle del Sacco e l’ampia conca compresa tra Fiuggi e Alatri, alle pendici dei monti Ernici, il borgo di Fumone, dai suoi 783 metri, regala una vista che mozza il fiato e scalda il cuore, lasciando l’occhio libero di vagare nella’ampio orizzonte disegnato dai boschi, colline e piccoli centri abitati che nelle giornate più terse va dalle porte di Roma fino alla sommità del Vesuvio. Con i suoi 2.100 abitanti, il paesino della Ciociaria conserva il cipiglio orgoglioso derivatogli dalla nascita, nel Medioevo, come fortezza militare eretta in posizione strategica tra Alatri, Ferentino, Anagni e presto divenuta uno dei punti di forza del sistema difensivo dello Stato Pontificio, perfetto luogo di avvistamento per tenere sotto controllo i fragili confini meridionali.

Dalla base del colle, alcuni tornanti impennano la strada fino alla cortina difensiva costruita dalle mura di case e torri del borgo. Due porte, la Romana a nord e la Napoletana a sud, immettono nella fitta trama di vicoli medievali che custodisce, nel punto più elevato, l’ingresso al castello.

A Fumone troverai davvero un piccolo gioiello, sapientemente modellato intorno all’inespugnabile, originaria Rocca: già mille anni fa prigione papale (ebbero modo di “provarla” anche l’antipapa Gregorio VIII e, soprattutto San Celestino V, che qui morì), sostenuto dai suoi intatti bastioni, mantiene tutt’oggi l’originario aspetto di fortezza medievale.

Le strade acciottolate invitano a camminare senza meta, godendo dell’aria pura e fresca che da quell’altezza si può respirare. Nei vicoli del raccolto centro storico, animato soltanto da invitanti taverne della tradizione, un piccolo forno di ciambelle che emana fragranze di cannella, agrumi e cioccolata e qualche minuscola ma ricca bottega artigianale, il vero protagonista è il silenzio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *